venerdì 25 giugno 2010

insano dogma







*



Nasce in me una consapevolezza antica, una coscienza dolorosa. Nell'immutata forma statica io muovo con i pensieri, percorro strade disilluse, illuminate da lampioni difettosi di disadorne strade in lacrime. Giungo al fiume malsano, nell'umido della terra marcia, nei vicoli abbandonati, nell'olezzo di cui sono intriso. Il cielo è un coperchio, silenzioso ed impassibile. Il fuoco dell'amore divora i pensieri, insaziabile. Rimane, sola e fragile, una miserevole tristezza.




5 commenti:

  1. Che beeeeella!

    Nasce in me una consapevolezza antica, una coscienza dolorosa. Nell'immutata forma statica io muovo con i pensieri, percorro strade disilluse, illuminate da lampioni difettosi che illuminano strade in lacrime. Giungo al fiume malsano, nell'umido della terra marcia, nei vicoli abbandonati, nell'olezzo di cui sono intriso. Il cielo è un coperchio, silenzioso ed impassibile. Il fuoco dell'amore divora i pensieri, insaziabile. Rimane, sola e fragile, una miserevole tristezza.

    RispondiElimina
  2. la Tristezza è Salvifica, a volte.

    RispondiElimina